Il tema scelto quest'anno dal Gruppo per il tradizionale Seminario primaverile è quello antico e sempre nuovo della pace.

NON C’È PACE SENZA GIUSTIZIA
Sentieri di pace nel dialogo ecumenico

L'originale approccio che a tale tematica ha fornito il movimento ecumenico legandolo strettamente a quello della giustizia ci farà esplorare il cammino percorso in questi ultimi trent'anni lasciandoci interrogare dalle tante urgenze del tempo presente. Quest'anno, grazie al fondamentale apporto del Centro Culturale Protestante, sperimenteremo la formula di avere due "facilitatori" che renderanno ancor più ricco e interessante il nostro confronto a partire da alcuni documenti".

Consulta il programma del seminario

La Fondazione Ambrosianeum e il SAE organizzano il convegno

Le radici ebraiche del dialogo tra le chiese cristiane
Il contributo del SAE e di Clara Achille

SABATO 18 NOVEMBRE – ore 15.00
alla Fondazione Culturale Ambrosianeum Via delle Ore, 3 – Milano (MM Duomo)

Consulta il programma

Sabato 30 settembre 2017 al Parco Sempione il SAE Milano, con la Chiesa Evangelica Battista di via Pinamonte, la Comunità pastorale Beato Paolo VI e la Chiesa Ortodossa Romena, ha proposto una celebrazione ecumenica per il Tempo del Creato.
Questo il testo della celebrazione, elaborato secondo le indicazioni del Vademecum e del sussidio per il Tempo del Creato offerti dal gruppo di studio sulla liturgia alla scorsa sessione SAE (Assisi, 23-29 luglio 2017).
Hanno presieduto la celebrazione la pastora battista Anna Maffei, il pastore battista Massimo Aprile, don Luigi Testore, parroco della Comunità pastorale Beato Paolo VI, e p. Teodor Munzer Hamdan, della Chiesa Ortodossa Romena.
La colletta, che ha fruttato 232 €, è stata destinata a Nocetum (www.nocetum.it), bella realtà cristiana nel Parco Sud Milano, che coniuga attenzione per l’ambiente e progetti di inclusione sociale.  
L’auspicio è che la celebrazione ecumenica per il Tempo del Creato possa diventare a Milano un appuntamento fisso, con il coinvolgimento del Consiglio delle Chiese Cristiane di Milano.

Guarda alcune foto della celebrazione
 

 

Pubblichiamo

il sermone di Lidia Maggi

e l'intervento di Donatella Saroglia

ai funerali di Clara

e i messaggi che ci sono arrivati.

 

 

Clara è stata tumulata al Cimitero Maggiore (Musocco)

Nella vigilia di Shavuot, Festa ebraica della Mietitura, Clara Achille Cesarini, la nostra Clara, ha offerto a Dio il suo abbondante raccolto.
In questo mese di malattia noi del Gruppo SAE di Milano abbiamo pregato e sperato con tutte/i voi in una sua ripresa, ora possiamo solo stringerci con affetto al marito Francesco e al figlio Andrea, anche loro vivaci animatori del Gruppo e spesso presenti alle Sessioni estive. Agli altri due figli, Lucia e Giovanni, e ai numerosi nipoti vanno il nostro pensiero e la nostra preghiera.
Ci sono momenti in cui le parole non servono ma non possiamo tacere la nostra gratitudine al Signore per averci donato Clara, con la sua intelligente e generosa determinazione. Ci ha lasciato una meravigliosa e importante eredità: un amore viscerale per l'Ebraismo e una passione sconfinata per il Dialogo ecumenico, che ha declinato sia attraverso lo studio e la preghiera, sia con l'impegno pratico senza risparmiare le proprie energie. È stata vivace e attiva animatrice di moltissime iniziative ecumeniche milanesi e perciò è molto conosciuta anche al di fuori del SAE.
Per il SAE, invece, che considerava come un pezzo di famiglia, Clara è stata una presenza determinante, non solo come responsabile del Gruppo di Milano per numerosi anni, ma anche per il suo instancabile impegno a livello nazionale, con la cura scrupolosa e professionale degli Atti delle Sessioni; il ruolo di segretaria del Gruppo teologico, essendo lei stessa teologa; il prezioso contributo che in questi ultimi anni ha dato al Sito, con un occhio al passato, rendendo disponibili interventi delle scorse Sessioni, e uno al presente, segnalando le notizie che traduceva in tempo reale dal Sito del Consiglio Ecumenico delle Chiese: sempre rivolta al futuro.
Molte altre cose si potrebbero aggiungere: ognuna/o di noi ha di lei ricordi che custodisce con affetto e gratitudine; in questo momento desideriamo soltanto ricordarla sorridente e disponibile, donna di Fede e di Azione, la porta della sua casa sempre aperta...

Ill funerale si terrà sabato 3 giugno alle 11 nella basilica di Sant’Eustorgio (piazza Sant’Eustorgio, 1: zona XXIV maggio, raggiungibile con tram 3, 9, 20, 29, 30; bus 59).